Meringata al limone

Come tanti altri dolci che amo, anche la meringata al limone arriva dritta dall’america!

il dolce si è poi diffuso fino a giungere in Europa e fare fortuna in Francia e Inghilterra, almeno in un primo momento. Attualmente la meringata al limone la si trova un po’ ovunque. È fra i dolci presenti in varie forme e misure in tante pasticcerie. Mi piacerebbe tanto poter scoprire le differenze fra le ricette utilizzate in tutto il mondo.



Ha una base di pasta frolla sopra la quale, previa cottura, viene steso il lemon curd, cioè una crema a base di burro, zucchero, scorza e succo di limone. Di una bontà esagerata! Ogni volta che la preparo mi riprometto di non cedere, chissà perché poi, dato che ne avanza sempre un po’, ma puntualmente, quando ormai la crema si è intiepidita, ne mangio voracemente una cucchiaiata! è puro piacere! il gusto avvolge la bocca completamente, buonissima. Altroché Nutella!



Completa questa torta un alto strato di meringa italiana, rigorosamente fiammeggiata con un cannello che conferisce al dolce il suo aspetto tipico.



È il dolce adatto a ogni occasione. Io amo presentarlo a tavola come dessert ma, come ti dicevo prima, è una torta che trovi nelle sale da tè, quindi ottima anche come merenda. Se mi chiedessero di descrivere il suo sapore, beh, metterei le mani avanti e la consiglierei solo a chi ama davvero il profumo e il sapore agrumato. Il lemon curd, cioè la crema al limone stesa fra la pasta frolla e la meringa, ha un sapore deciso, dolce. Il tipico sapore che o si ama o si odia! 🙂 Ma andiamo al punto!

Come si prepara la meringata al limone?

Se hai già letto mie ricette che prevedevano la preparazione della frolla, è probabile che tu conosca anche la ricetta ma la scriverò nuovamente. La pasta frolla è infatti il primo dei passaggi per la preparazione della meringata al limone.

Ingredienti:

  • 300 gr. di farina
  • 130. di burro
  • 130 di zucchero
  • 1 pz di sale
  • 1 uovo intero + 2 tuorli
  • Mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia

Dopo aver preparato la frolla, stendila nella tortiera, bucherella la base, ricoprila con un foglio di carta forno e versa sopra il quantitativo di fagioli secchi, ceci o sfere di ceramica per impedire all’impasto di gonfiarsi durante la fase di “cottura alla cieca”, che durerà più o meno 25 minuti a 180°

Per il Lemon Cura ti occorre:

  • La scorza grattugiata di un limone
  • 200 gr. di burro (!!!)
  • Il succo di un limone
  • 1 tuorlo più un uovo intero
  • 250 gr. di zucchero a velo

Sciogli il panetto di burro a fuoco medio in una pentola non troppo grande. Spegni il fuoco, aggiungi la scorza di limone e il suo succo. Aggiungi anche lo zucchero e amalgama per bene. Fai intiepidire il composto e poi aggiungi il tuorlo più l’uovo intero. Continua ad amalgamare finche il composto risulti liscio e pulito. A questo punto dovrai ripetere un’operazione per circa 4/5 volte: posiziona il pentolino sul fuoco, amalgama per bene per circa un minuto, togli dal fuoco, continua ad amalgamare e per un minuto e riposiziona sul fuoco. Al termine di questa operazione puoi trasferire il composto in una ciotola in vetro e ricoprirla con la pellicola per alimenti.


View this post on Instagram

Comunque non c’è storia. La meringata al limone vince a mani basse su una luuunga lista di dolci. Sono tentato dall’assegnarle il titolo di regina quasi indiscussa 😁 Ma che ne so, sarà la consistenza della meringa italiana unita a quella del profumatissimo lemon curd. E se per caso avanza un pochino di meringa, c’è sempre qualcuno armato di cucchiaio 🥄🍋 . . #LemonPie #theeverydayproject #soloverly #stylemepretty #lifeofaphotographer #theartofslowliving #morningslikethese #bedeeplyrooted #makersmovement #flashesofdelight #thehappynow #inthekitchen #onmytable #eeeeeats #heresmyfood #mycommontable #huffposttaste #foodfluffer #Livelittlethings #Fellowmag #thekitchn #food52grams #eattheworld #momentsofmine #foodstyling #thefeedfeed @thefeedfeed #thatsdarling #onthetable #ardentfinds

A post shared by Francesco Pruneddu (@ch_ecco) on


Passiamo ora alla preparazione della meringa italiana per la quale sarà necessario e indispensabile l’utilizzo di un termometro da cucina. Ecco cosa ti occorre:

  • Due dosi di zucchero: una da 100 gr. e una da 150 gr.
  • 50 gr. di acqua
  • 125 gr. di albumi

In una pentola piccola versa i 50 gr. di acqua e i 100 gr. di zucchero. Dovrai  monitorare la temperatura immergendo la punta del termometro da cucina.  Non dovrà superare i 121° c. In questa fase dovrai coordinarti coi tempi di cottura dello zucchero e quelli della meringa. Io procedo così: 3 minuti dopo aver messo sul fuoco l’acqua e lo zucchero, nella planetaria verso la dose di 150 gr. di zucchero con gli albumi e li lascio montare a buona velocità. Quando il composto di zucchero e acqua ha quasi raggiunto i 121° , aumento la velocità della planetaria, così che gli albumi si montino ulteriormente ma non incorporino aria in eccesso. A questo punto, tenendo la planetaria accesa, lascio cadere a filo il composto (rovente) di zucchero che si unirà agli albumi, dando vita alla cosiddetta meringa italiana. Ti accorgerai che la ciotola della planetaria si scalderà parecchio. è normale, ci stiamo versando dentro un composto che supera i 100° c di temperatura. Lasciamo lavorare la planetaria finché il composto si intiepidirà. Ora puoi spegnere. La meringa italiana deve essere ferma, non solida ma consistente. La colorazione è lucida, perlata, di un bianco marmoreo. Sebbene l’impasto del torrone abbia ingredienti simili ma non uguali, io trovo che la meringa italiana appena fatta sia molto simile al gusto del torrone in cottura.




A questo punto non ti resta che assemblare il dolce. Stendi uno strato generoso di lemon curd direttamente sulla frolla cotta. Fai in modo che ricopra tutta l’ampiezza della base. La meringa stenderla a mano, con l’aiuto di un cucchiaio, come ho fatto io l’ultima volta, oppure con l’aiuto di una tasca da pasticcere per creare delle decorazioni.


View this post on Instagram

La meringata al limone è uno di quei dolci capaci di farti provare sensazioni rare. La meringa italiana di per sé è una vera esperienza sensoriale😍 Ne ho mangiato a cucchiaiate ancor prima di decorare la torta sulla quale avevo già steso il lemon curd. Una fiammeggiata per renderla ancor più irresistibile ed è pronta😋😋 . . #thebakefeed #LemonCurd #meringue #eatmoremagic #creativepreneur #savvybusinessowner #livemoremagic #calledtobecreative #mycreativebiz #ohwowyes #morningslikethese #livemoremagic #theartofslowliving #livethelittlethings #thehappynow #calledtobecreative #inspiremyinstagram #feelfreefeed #theeverydayproject #creativityfound #howyouhome #howyouglow #calmversation

A post shared by Francesco Pruneddu (@ch_ecco) on


Dopo averla stesa, non ti resta che fiammeggiarla con l’aiuto di un cannello, non troppo però, è bello darle una colorazione bruna ma senza bruciarla 🙂

Buona meringata!

A presto

Checco 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *